Menu Chiudi

Woocommerce e il “problemino” coi prodotti sulla Search Console

problema aggregaterating, review, brand, identificatore globale, pricevaliduntil su woocommerce

Woocommerce e il “problemino” coi prodotti sulla Search Console.
Come si risolvono i problemi di aggregaterating su Woocommerce?

Nuovo problema, cosa devo fare se Search Console mi segnala:
Devi specificare “offers”, “review” o “aggregateRating”.
Vedi come risolvere nel nuovo articolo

È capitato anche a te di trovare su Search console queste scritte?
Campo mancante “aggregateRating”
Campo mancante “review”
Campo mancante “brand”
Nessun identificatore globale specificato (ad esempio gtin, mpn, isbn)

Da qualche tempo, osservando la Search Console di un e-commerce, creato con Woocommerce su WordPress, che seguo mi sono accorto di un problemino, le pagine “Prodotto” (ovvero quelle che indicano i prodotti presenti sul sito) indicizzate erano solo 3 su oltre 200. Le altre 200 e passa erano segnalate come “valide con avvisi” nella maggior parte dei casi i problemi erano i quattro che ho indicato sopra.

Abbiamo quindi un problemino, purtroppo tra i plugin di WordPress non ho trovato alcun plugin che lo risolvesse. Per un po’ ho sperato in un aggiornamento di Woocommerce in grado di gestirlo ma anche qui nessuna speranza per il nostro problemino. Vediamo nel dettaglio.

È grave? Di cosa si tratta? Come si risolve?
Mi occupo di SEO dal 2012, in base alla mia esperienza posso dire che se Google con uno dei suoi strumenti ti segnala qualcosa, all’inizio sarà un problemino, ma prima o poi se non prendi provvedimenti diventerà un problemone e Big G te la farà scontare, quindi vediamo di capire meglio. Iniziando dallo sfruttare chi questi problemi ci segnala, appunto la Search Console.

I dati strutturati

Per migliorare la risposta alle ricerche fatte Google negli anni ha cambiato il modo di visualizzare i risultati. Se in passato venivano indicati solo il nome del sito, il suo url ed una sua descrizione, ora vengono resi evidenti tutta una serie di altri parametri.

Questi ci informano sulla data di pubblicazione di un articolo, sul nome del suo autore, sulle stellette con cui un ristorante è recensito, del prezzo e della disponibilità del’ultimo paio di scarpe sportive etc etc etc…

Per trovarli all’interno del nostro sito Google si basa sui Dati Strutturati, che sono una modalità di scrivere per html, codificata su Schema.org. Ma magari su questo ci torneremo in futuro.
Semplificando se voglio che le pagine del mio sito appaiano in un certo modo nella ricerca DEVO inserire i dati strutturati in maniera corretta.

Il mio problema è quindi che Woocommerce, il plugin che trasforma WordPress in un e-commerce non implementa correttamente i miei dati strutturati, dimenticandone per strada qualcuno. Vediamo cosa succede con lo “Strumento di test per i dati strutturati” di Google scegliendo una delle pagine segnalate sopra da Search Console.

La voce Product contiene 4 avvisi, andiamo a vedere nel dettaglio.

Soluzione, quello che stavamo aspettando, come ho risolto io???

Come ho risolto?

Dapprima ho cercato senza successo per settimane patch di Woocommerce o plugin che correggessero il problema specifico senza successo. In un secondo momento ho cercato se ci fossero invece plugin che potessero correggere i dati strutturati, ho trovato una parziale risposta utilizzando SEO for WooCommerce di Rank Math.

Appena installato ha corretto il problema dei campi brand e identificatore globale che erano correttamente inseriti, ma ne ha aggiunto un’altro, il pricevaliduntil.

A questo punto sapevo come muovermi ed è stato semplice, prima cosa da fare andare nell’editor dei prodotti di Woocommerce e settare le recensioni.

Quindi farsi recensire il prodotto, nel caso di esempio ho fatto una auto-recensione accorgendomi che il codice viene implementato correttamente solo per le recensioni fatte da utenti registrati. Comunque sia, una volta fatta la recensione il risultato che appare è questo.

Ci siamo quasi, resta il pricevaliduntil. Facile, basta impostare la data di validità per il prezzo in offerta dalla solita interfaccia prodotto di Woocommerce.

Ta-daaaa!!! Problema Risolto!

Se hai ancora dubbi su come risolvere: Woocommerce e il “problemino” coi prodotti sulla Search Console puoi sempre mandarci una mail o un messaggio dalla pagina dei contatti!

6 Comments

  1. Carlo

    Sul sito che ho usato come esempio per l’articolo oltre al già citato SEO for Woocommerce è installato anche Yoast SEO

  2. Mauro

    Ciao ho un problema con un nuovo ecommerce, a parte il “problemino” di cui parla questo post, perchè secondo te su oltre 180 prodotti presenti G-Search Console ne vede soltanto 6 e per giunta con il problemino?

  3. Carlo

    Il problemino in questi giorni si è espanso, a metà ottobre Google ha cambiato l’algoritmo e sta facendo strage di posizionamenti, pubblicherò un articolo sull’argomento nei prossimi giorni.
    Riguardo al fatto che veda solamente 6 prodotti su 180 sembra un problema di indicizzazione, hai implementato correttamente robots.txt e sitemap.xml?
    Li hai messi online da tanto tempo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *